Home / Ingredienti / Le deliziose Olive di Peranzana
19 maggio, 2016

Le deliziose Olive di Peranzana

Posted in : Ingredienti on by : Angelica Bianchi

L’Oliva di Peranzana è una particolare tipologia di oliva. E’ una cultura pura, ovvero il frutto non nasce dalla fusione di due piante, come nel caso del mandarancio o di altri frutti, ma bensì nasce da un’unica pianta che viene coltivata in Provenza, dal quale appunto deriva il nome stesso dell’oliva.

Le caratteristiche delle Olive di Peranzana

La loro dimensione generalmente non supera i due centimetri, ed il colore è di un verde chiaro con qualche zona più scura: il sapore è molto dolce, ed il suo profumo delicato ma allo stesso tempo deciso. Queste sono dunque le caratteristiche che contraddistinguono queste olive di Peranzana rispetto alle altre dalle quali si ottiene un olio eccellente e dalle quali si ottiene un ottimo olio extravergine di oliva.

Il periodo di raccolto delle Olive di Peranzana e la quantità.

Il periodo di raccolta delle olive di Peranzana generalmente avviene verso novembre o dicembre: questo per il semplice fatto che durante questi mesi, l’oliva riesce a maturare ancor di più, la sua polpa risulta essere molto più molle e chiara, ed allo stesso tempo, il sapore è più dolce, lasciando dunque che quella sensazione di amaro, che spesso contraddistingue le olive, venga completamente eliminato.

Gli utilizzi delle olive di peranzana.

Queste olive possono essere utilizzate in due modi completamente differenti: il primo di essi consiste nell’utilizzare le olive come semplice antipasto, e sono ottime se accompagnate da carciofi e da pomodori, in quanto creano un perfetto contrasto di sapori assolutamente imperdibile. Il secondo utilizzo che si può fare è quello di trasformare le olive in olio: per produrne un chilo generalmente occorrono dalle quattrocento alle cinquecento olive, date le loro dimensioni ridotte ma vi sono differenti vantaggi in questo rapporto, dato che in primo luogo, l’olio che si otterrà, oltre essere particolarmente denso, è un olio di tipo puro, ovvero non deve essere mischiato ad altri. Inoltre, il suo sapore risulta essere inconfondibile: questo è infatti deciso e delicato, senza retrogusto amaro, e principalmente viene utilizzato per poter condire i vari cibi, come la pasta o le insalate, mentre non è adatto per friggere, dato che si rischierebbe di sprecarlo e di non poter gustare il suo ottimo spore accompagnato alle altre pietanze.

Le Olive Nere alla Greca.

Le olive di Peranzana possono anche diventare nere, una volta che si colgono dopo il mese di dicembre, e seppur la data del raccolto sia quindi posticipata, il loro sapore e consistenza rimangono totalmente invariate. Quando diventano nere, queste diventano automaticamente ottime per poter preparare le olive nere alla Greca, le quali risultano essere veramente gustose.  Prepararle richiede poco tempo e fatica, e bisogna semplicemente mettere le olive, possibilmente un dieci chili, in un grande barattolo, ed accompagnarle con acqua, sale, prezzemolo, buccia d’arancia, aglio e finocchi selvatico. Il barattolo deve poi essere agitato e lasciato riposare per tre giorni: se il sapore non è molto salato, bisogna aggiungere il sale e farle riposare altri tre giorni, procedendo in questo modo finché le olive nere alla Greca non sono pronte per esser gustate come antipasto ed anche per preparare dei deliziosi sughi fatti in casa che condiranno ottimamente ogni tipo di pasta.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *