Home / Ricette / La torta di mele della nonna: sapori e ricordi
2 novembre, 2015

La torta di mele della nonna: sapori e ricordi

Posted in : Ricette on by : Cristina

Origini della torta di mele

Le radici di uno dei dolci più famosi al mondo.

Nel lontano 1300 le migliori scuole di cucine, se così le si vuol chiamare, erano i monasteri. Proprio lì si formò professionalmente il grande cuoco Taillevent che, insieme con altri talenti del tempo, diede il via alla riscoperta gastronomica del Rinascimento.

Tra le tante ricette proposte ai palati del tempo era presente anche la torta di mele, denominata tarte aux pommes, che era per la maggior parte identica a quella che assaggiamo ancora oggi, tranne che per alcuni ingredienti caduti in disuso (per questo tipo di ricetta) nel corso del tempo. Un esempio chiarificatore è quello delle cipolle appassite, che oggi non ci sogneremmo mai di aggiungere al preparato, e che al tempo erano sfruttate per addolcire il tutto.

I vecchi trucchi della nonna

Alcuni utili suggerimenti per preparare una torta alle mele diversa dallo standard ma dal sapore classico.

Quando si giunge alla fase del taglio delle mele, si potrebbe prenderne metà, orientandosi a occhio, senza dover necessariamente contare precisamente quanta frutta si ha a disposizione. Una volta messa da parte questa dose, la si dovrà tagliare in forma cubica. Il resto invece andrà affettato in maniera sottile. Messe insieme le due parti, ci si armerà di succo di limone, per poi versarlo per bene, senza lasciare alcun tratto scoperto. A questo punto si consiglia di prendere un po’ di zucchero semolato (non troppo), spargendolo sulle mele, col limone che lo farà attecchire per bene.

Quando si dovranno montare le uova si potrebbe aggiungere dello zucchero. Inoltre le uova non vanno rotte subito dopo averle prese dal frigorifero. E’ consigliabile tenerle all’esterno per un po’, facendole arrivare a temperatura ambiente. In questo modo si otterrà un composto maggiormente spumoso.

Una volta che il composto sarà pronto, si aggiungeranno tutti gli altri ingredienti della nostra torta di mele, per poi tornare a mescolare il tutto. Anche in questo caso però si consiglia di aggiungere un elemento che solitamente viene tralasciato. Si tratta del latte. Sarebbe bene prendersi una pausa dal mescolare, così da inglobare un cucchiaio o due di latte. Questo consentirà di ammorbidire il risultato finale. Sul fronte degli aromi invece, a rendere la vostra torta delle mele davvero speciale ci penseranno un’aggiunta di cannella e della scorza di limone.

A questo punto siamo vicini ad armeggiare con lo stampo, il quale va preparato prima di poterci versare l’impasto. Oltre alla solita imburratura, presente in ogni ricetta per torte di mele, si potrebbe aggiungere del pan grattato. Una leggera spolverata, che però sia omogenea per la totalità della superficie.

L’uso di un ampio foglio d’alluminio è d’obbligo in questo caso. Andrà a ricoprire lo stampo prima di infornare la torta di mele. A circa dieci minuti dalla fine della cottura però si consiglia di operare un nuovo intervento. In pratica aprite il forno e, armati di presine apposite, tirate fuori nuovamente la torta. A questo punto il foglio d’alluminio può essere rimosso. Questo serve per far dorare la parte superiore, ottenendo un risultato degno di un esperto pasticcere.

Per realizzare una torta di mele facile e veloce clicca qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *